VISIERA MEREROEKA

Il visir MEREROEKA ricoprì la carica di visir durante il regno di Teti, della VI dinastia dell’Antico Egitto, e sposò sua figlia Watetchethor.

La tomba del visir MEREROEKA si trova nelle vicinanze della piramide di Teti e fu scoperta nel 1892 da Jacques de Morgan (1857-1924).

La mastaba ha 33 spazi, 21 per Mereroeka, cinque per la moglie Warerchethor e cinque per il figlio Meryteti.

Quasi tutte le camere, ad eccezione di alcuni ripostigli, sono arredate. Da una delle sale sacrificali, una vasca di 20 metri

un pozzo profondo fino alla camera funeraria decorata che contiene l’enorme sarcofago di Mereruka.

Nel 1920 furono ritrovati la camera funeraria e la mummia di Merenroeka.

L’ingresso alla mastaba è formato da una stretta porta con immagini ai lati

Di Mereroeka e della sua moglie più piccola.

Le colonne di testo contengono il suo nome e i suoi titoli.

Subito dopo l’ingresso si presenta una scena insolita.

Mereroeka siede dietro un cavalletto e scrive le tre stagioni dell’anno egiziano.

In questa sala si trovano bellissimi rilievi di caccia e pesca nelle paludi.

Nell’acqua nuotano ippopotami, coccodrilli e pesci di ogni tipo.

La partenza successiva mostra diverse immagini di lavori nelle tenute.

Qui vediamo all’opera vasai e scultori.

Gli orafi siedono con i cannelli intorno al fuoco per fondere l’oro.

Un’altra immagine mostra Mereroeka come interno delle tasse.

I funzionari, muniti di strumenti di scrittura, si sono inchinati e inginocchiati rispettosamente, mentre alcuni affittuari inadempienti sono stati picchiati con bastoni.

Una scena di caccia mostra cani che attaccano antilopi e un leone che afferra un toro per il muso.

Le stanze più profonde della mastaba sono decorate con scene sacrificali di ogni tipo,

come file di antilopi con bei collari grandi, pronte per essere sacrificate.

I pesci vengono catturati con una rete a strascico. Due gruppi di uomini stanno compiendo sforzi frenetici per fermare un brulicante

massa di varie specie di pesci, da tirare a bordo di una barca.

I macellai macellano il bestiame, i granai vengono riempiti e l’uva viene pigiata e schiacciata.

La grande cappella dei morti a sei colonne contiene una statua di Mereruka a grandezza naturale,

pronto a ricevere le offerte. Dato l’anello nel pavimento, è possibile che qui venissero macellati animali sacrificali.

La parete con il passaggio alla tomba del figlio Meryteti mostra bellissime immagini di bambini che giocano.

Ragazzi e ragazze ballano e giocano. Le restanti pareti contengono scene agricole e scene di alimentazione forzata di iene e antilopi.

Sulla parete ovest, distribuita su cinque registri, è raffigurata una flotta completa di velieri.

Sulla parete est, i falciatori sono al lavoro, chini sul grano che tagliano a metà.

Nell’albo in fondo, pecore e capre con le corna ritorte attraversano un canale.

La tomba contiene anche una serie di scene domestiche.

Una mostra Mereroeka seduta su una panchina accanto alla moglie mentre lei suona per lui con la sua arpa.

La scena successiva li mostra insieme, mano nella mano, mentre i domestici preparano i letti.

Una scena sulla parete opposta mostra Mereruka con la moglie mentre riceve le offerte.

Ballerini e ballerine intrattengono la coppia.

Le immagini della sezione dedicata a Watetchethor la mostrano in compagnia dei suoi figli, dei suoi tre cani e di una scimmia addomesticata.

La tomba contiene anche un’immagine di Ihy, fratello di Mereruka, sposato con Idut II, sorella della moglie di Merenruka.

Lo vediamo al centro di una barca di papiro, mentre un servo gli offre qualcosa da bere.

Egypte 4 All Reizen