Durata

1 giorno

Numero massimo di persone

8

Recuperato da

Un'auto/minibus privato

Kom-Ombo Edfu El-Kabb e Esna

Se siete già ad Assuan e vi state dirigendo a Luxor, potete fare un’escursione con noi visitando i templi lungo il percorso

e tombe private tra Assuan e Luxor da visitare. Visiteremo poi i templi di Kom-ombo,

Visite a Edfu ed Esna e alle tombe private dei governatori di Necheb a El-kab.Kom-Ombo Edfu El-Kabb ed Esna

Verremo a prendervi alle 6 del mattino e Usarà consegnata una cassetta di sicurezza.

Per prima cosa visitiamo il doppio tempio di Kom-Ombo.

Questo tempio si trova su una punta rocciosa sporgente sul Nilo.

Ed è dedicato al dio coccodrillo Sobek e ad una forma di Horus, vale a dire Haroeris, che è Horus il Vecchio.

La leggenda sul tempio di Kom-Ombo

Il tempio di Kom-Ombo, situato a 50 km a nord di Assuan.

Kom-Ombo, significa collina d’oro. Kom è una collina e ombo deriva da Nbo, che in nubiano significa oro e qui c’erano delle miniere d’oro.

Questo tempio è doppio e dedicato a due divinità.

Il dio Sobek, dalla testa di coccodrillo, e il dio Horus, dalla testa di falco. In questo tempio, invece, è chiamato Haruris ed è una forma più antica del dio Horus.

Le persone veneravano gli animali sotto forma di dio. Questo non significa che venerassero gli animali stessi.

Hanno solo preso l’immagine dell’animale e l’hanno trasformata in forma di dio.Kom-Ombo Edfu El-Kabb e Esna

Come mai qui si veneravano i coccodrilli.

Assuan si trova a 50 km a sud di Kom-ombo e questa città si trova sulla prima cataratta, costituita da enormi blocchi di granito che si trovano al centro del fiume.
In questo modo bloccano il flusso del Nilo, per cui solo durante la stagione delle piogge l’acqua saliva tra i 28 e i 36 metri.
Solo a questo punto i coccodrilli potevano continuare a nuotare verso nord.

È stato un viaggio lungo e frenetico di 50 km che hanno dovuto affrontare.

Via terra non era possibile perché ovunque gli argini erano troppo alti per uscire.
Poi, quando finalmente poterono atterrare, attaccarono tutto, erano stanchi e affamati e mangiarono per le gambe animali, uccelli e anche qualche uomo.
Così le persone che vivevano a Kom-Ombo dovettero inventarsi qualcosa per risolvere questo problema.

Così trasformarono il coccodrillo in un dio di nome Sobek, costruirono un tempio in suo onore e ogni anno gli organizzavano una grande festa.
Facevano molti sacrifici ogni giorno, chiedendo in cambio una vita protetta e la protezione degli altri coccodrilli.
Ma non ne erano felici, perché gli antichi egizi vedevano il coccodrillo come un simbolo di cose negative,

e non è bene che la gente adori una persona malvagia in un tempio.
Era quindi necessario trovare una soluzione per risolvere il problema.

Kom-Ombo Edfu El-Kabb e Esna
Presero in prestito dal tempio di Edfu il dio Horus, il vendicatore, e lo portarono a Kom-Ombo.

Il suo nome e la sua forma furono leggermente cambiati, ed ecco Horus il Vecchio, per il quale fu costruito anche un tempio da condividere con il pericoloso dio coccodrillo.

Gli antichi Egizi diedero a Horus quattro forme, come Horus il vendicatore a Edfu, a Kom-Ombo,
Horus il Vecchio, in Philea Horus il Bambino e in Dendera Horus il Fanciullo.
Il tempo è unico nella sua interezza, in termini reali, a causa del tempo: è fatto con cura e con cura in Haroeris.

Si prosegue poi verso Edfu, il secondo tempio più grande dell’Egitto dopo quello di Karnak.

Il tempio è dedicato al dio falco Horus della vendetta.

Il tempio è dedicato al dio falco Horus della vendetta.

Edfu è considerata una delle città più antiche dell’Egitto. Edfu era la terza provincia nell’antichità e il primo nome era Behedet, poi divenne Etbo e quindi Edfu, che significa“la città della vendetta“.

il tempio di Horus si trova sulla riva occidentale del Nilo.

è il secondo tempio più grande dell’Egitto dopo il tempio di Karnak, ma è anche uno dei templi meglio conservati.

Le iscrizioni sono molto importanti e ci forniscono un’enorme quantità di informazioni sul linguaggio, sui miti e sulla religione in epoca greco-romana.
La costruzione è iniziata nel 237 a. Chr., durante il regno di Tolomeo III e fu terminato nel 57 a.C..

AVANTI CRISTO. durante il regno di Tolomeo III e fu terminata nel 57 a.C.
Il tempio è costruito su un tempio più antico e più piccolo, anch’esso dedicato a Horus, ma risalente al Nuovo Regno e costruito da Ramses I, Seti I e Ramses II.

Nel corso dei secoli, il tempio è stato sepolto sotto la sabbia a 12 metri di profondità portata dal fiume a causa delle inondazioni.

Fu scoperto nel 1860 dall’archeologo francese Auguste Mariette e ci vollero 43 anni per rimuovere tutta la sabbia.Kom-Ombo Edfu El-Kabb e Esna
Il Tempio di Horus è il tempio meglio conservato ed è costruito in pietra arenaria.
Il tempio di Edfu presenta gli elementi tradizionali di un tempio egizio del Nuovo Regno, insieme ad alcuni elementi greci come il

Mamisi che significa“la casa della nascita divina“.

Il motivo per cui il tempio fu costruito qui è che qui Horus ottenne la vittoria sullo zio Seth e lo mandò nel deserto.

Quello che ci troviamo di fronte è il pilone del tempio, si tratta di due grandi torri e in ognuna di esse si notano due scanalature: si tratta degli alberi delle bandiere, uno per Edfu e uno per il dio Horus.
Quello che c’è tra le due torri, che è una finestra di apparenze.

È qui che il re veniva a salutare il popolo quando il popolo veniva qui se c’era una festa.

Sotto la finestra delle apparenze si trova un importante rilievo: il disco solare alato di Re.

Il culto di Horus il Vendicatore e di Re il grande Perdonatore.
Il pilone raffigura Horus il Vendicatore come un grande guerriero con i prigionieri riportati dalla guerra.

Il re li tiene per i capelli in una mano.

Ed è pronto a colpirli e a offrirli a Horus e a sua moglie Hathor.

Il re indossa la corona bianca dell’Alto Egitto su un lato e la corona rossa del Basso Egitto sull’altra torre. Così, ha confermato di essere il re dell’Alto e del Basso Egitto.

Le tombe private di El-Kabb

Le tombe dei governatori del Nuovo Regno si trovano proprio di fronte all’antica Necheb (Hierakonpolis), dall’altra parte della strada,

Necheb è uno dei luoghi più antichi dell’Egitto, dove la paletta del re

Narmer è il primo re della I dinastia a trasformare i due Paesi dell’Alto e del Basso Egitto in un unico Paese.

Fondò anche la nuova capitale Memphis. Memphis significa White-walls. Qui è possibile visitare quattro tombe.

Governatore Paheri

Fu governatore di Nechen durante il regno di Thutmose III.

Ma era anche il nipote di Ahmose, figlio di Ebana EK05 e scriba, nonché sacerdote della dea Nekhbet. E ha supervisionato la costruzione della tomba di suo nonno.

La tomba è lunga 4 metri e larga 3,5 metri, ma purtroppo è gravemente danneggiata. Sulle pareti c’erano preghiere e inni dedicati ad Amon-Re e ad altre divinità.

C’è un’immagine in cui Pahari è seduto con il figlio del re sulle ginocchia.

Purtroppo, questa tomba è gravemente danneggiata dall’enorme quantità di graffiti scarabocchiati sulle pareti dai visitatori del XVIII e XIX secolo.

Viceré Setau

Fu viceré di Nubia nella seconda metà del regno di Ramses II. E anche il migliore amico di Ramses.

È anche colui che ha costruito il tempio nel Wady-es Seboea e vi ha lasciato un lungo testo biografico. Qui sono state trovate anche 11 sue stele che ora si trovano nel museo del Cairo.

E fece costruire il tempio di Gerf Hussein.

Ahmose figlio di Ebana

Sulla tomba di Ahmose è stata affissa un’intera biografia sulla sua vita e su quando era nell’esercito.

Era presente quando gli Hyksos, un popolo straniero che governava l’Egitto nel secondo dopoguerra, furono espulsi.

Ahmose servì nell’esercito egiziano sotto i re Ahmose l, Amenhotep l e Thutmose l; la sua autobiografia è sopravvissuta ed è intatta sulla parete della sua tomba, a El-Kab.

Ahmose nacque nella città di Nekheb, l’odierna El-Kab.

Durante la guerra per cacciare gli Hyksos dall’Egitto sotto il regno di Seqenenre Tao II, suo padre era entrato in marina, Ahmose iniziò a servire come soldato sotto il re Ahmose.

Partecipò alla battaglia di Avaris (la capitale degli Hyksos nel Delta del Nilo) dove uccise due Hyksos e fu premiato due volte con l’Oro del Coraggio. Ahmose ottenne dal re schiavi e altri bottini dopo la sconfitta di Avaris.

Ahmose partecipò anche all’assedio triennale di Sharuhen, nel sud di Canaan, per il quale fu ricompensato.Kom-Ombo Edfu El-Kabb ed Esna

Seguì il suo re in Nubia, dove sedarono tre ribellioni.

Sotto Amenhotep, combatté contro i Nubiani e ricevette oro e schiavi per la sua bravura.

Durante il regno di Thutmose I, Ahmose partecipò a una campagna navale contro le tribù nubiane nella Valle del Nilo e fu nominato ammiraglio; seguì inoltre Thutmose I in una campagna contro Naharin fino al fiume Eufrate.

Ebana era il nome della madre di Ahmose (probabilmente una donna molto importante), mentre il nome del padre era Baba.

Governatore Renni

Renni fu governatore a El-Kab durante il regno di Amenhotep I, all’inizio della XVIII dinastia.

Era sacerdote di Necheb.

Il tempio di Esna dedicato al dio Chnum, il dio con la testa di ariete.

L’antico nome di Esna è Ta-Senet e il tempio è dedicato a Chnum, il dio creativo spesso raffigurato dietro il tavolo del vasaio. Qui è venerato insieme alla moglie Menheyet, una piccola dea con la testa di leonessa.

Ma si dedicava anche ad altre divinità come Neith, Satis, Heka. Il tempio fu costruito in epoca tolemaica/romana.

Il tempio aveva in origine la stessa pianta dei templi di Edfu e Dendera. Ma tutto ciò che ne rimane è la sala ipostila.

Successivamente, raggiungeremo Luxor e vi trasferiremo in hotel.

 

Sarai accompagnato dai dipendenti di Egypte4allreizen (guide parlanti olandese, italiano o inglese) per tutta la giornata dell’escursione.

 

Il prezzo dell’escursione è:

  • 1 persona € 200
  • 2 persone 155 € p.p.
  • 3/8 persone € 125 p.p.

Tutti i prezzi sono soggetti a variazioni.

Biglietti per i monumenti per bambini

– Bambini fino a 6 anni gratis.

– I bambini da 6 a 12 anni pagano il 50%.

egypte4allreizen non è responsabile di furti o incidenti. Ma saremo al vostro fianco per risolvere il problema.

Per la prenotazione delle escursioni è richiesto un deposito del 50%.

Copyright 2024 © egypte4allreizen.com

Nulla di queste escursioni può essere utilizzato da terzi. A meno che non si chieda l’autorizzazione a egypte4allreizen.com.

Incluso/Escluso

  • Trasporto da Assuan a Luxor
  • Biglietti
  • 1x Pranzo (caffè, tè, bibite e altre bevande non incluse)
  • Per il viaggio, sono previste una bottiglia d'acqua e una lattina di cola a persona.
  • Mance per l'autista e la guida
  • Spese proprie
  • Snack e bevande per il bus al ritorno

Programma del Tour

La leggenda sul tempio di Kom-Ombo

Il tempio di Kom-Ombo, situato a 50 km a nord di Assuan. Kom-Ombo, significa collina d'oro. Kom è una collina e ombo deriva da Nbo, che in nubiano significa oro e qui c'erano delle miniere d'oro.

Questo tempio è doppio e dedicato a due divinità. Il dio Sobek, dalla testa di coccodrillo, e il dio Horus, dalla testa di falco. In questo tempio, invece, è chiamato Haruris ed è una forma più antica del dio Horus. Le persone veneravano gli animali sotto forma di dio. Questo non significa che venerassero gli animali stessi. Hanno solo preso l'immagine dell'animale e l'hanno trasformata in un dio.

Come mai qui si veneravano i coccodrilli. Assuan si trova a 50 km a sud di Kom-ombo e questa città si trova sulla prima cataratta, costituita da enormi blocchi di granito che si trovano al centro del fiume.
In questo modo bloccano il flusso del Nilo, per cui solo durante la stagione delle piogge l'acqua saliva tra i 28 e i 36 metri.
Solo a questo punto i coccodrilli potevano continuare a nuotare verso nord. È stato un viaggio lungo e frenetico di 50 km che hanno dovuto affrontare. Via terra non era possibile perché ovunque gli argini erano troppo alti per uscire.
Poi, quando finalmente poterono atterrare, attaccarono tutto, erano stanchi e affamati e mangiarono per le gambe animali, uccelli e anche qualche uomo.
Così le persone che vivevano a Kom-Ombo dovettero inventarsi qualcosa per risolvere questo problema.

Così trasformarono il coccodrillo in un dio di nome Sobek, costruirono un tempio in suo onore e ogni anno gli organizzavano una grande festa.
Facevano molti sacrifici ogni giorno, chiedendo in cambio una vita protetta e la protezione degli altri coccodrilli.
Ma non ne erano contenti perché gli antichi egizi vedevano il coccodrillo come un simbolo di cose cattive, e non è bene che le persone venerino una persona cattiva in un tempio.
Era quindi necessario trovare una soluzione per risolvere il problema.
Presero in prestito dal tempio di Edfu il dio Horus, il vendicatore, e lo portarono a Kom-Ombo. Il suo nome e la sua forma furono leggermente cambiati, ed ecco Horus il Vecchio, per il quale fu costruito anche un tempio da condividere con il pericoloso dio coccodrillo. Gli antichi Egizi diedero a Horus quattro forme, come Horus il vendicatore a Edfu, a Kom-Ombo,
Horus il Vecchio, in Philea Horus il Bambino e in Dendera Horus il Fanciullo.
Il tempo è unico nella sua interezza, in termini reali, a causa del tempo: è fatto con cura e con cura in Haroeris.

Il tempio è dedicato al dio falco Horus della vendetta.

Edfu è considerata una delle città più antiche dell'Egitto. Edfu era la terza provincia nell'antichità e il primo nome era Behedet, poi divenne Etbo e quindi Edfu, che significa"la città della vendetta". Il tempio di Horus si trova sulla riva occidentale del Nilo.

Il tempio è il secondo tempio più grande dell'Egitto dopo il tempio di Karnak, ma è anche uno dei templi meglio conservati. Il tempio è dedicato al dio falco Horus.
Le iscrizioni sono molto importanti e ci forniscono un'enorme quantità di informazioni sulla lingua, i miti e la religione in epoca greco-romana.
La costruzione è iniziata nel 237 a. Chr., durante il regno di Tolomeo III e fu terminato nel 57 a.C.. Chr, sotto Tolomeo XII.
Il tempio è costruito su un tempio più antico e più piccolo, anch'esso dedicato a Horus, ma risalente al Nuovo Regno e costruito da Ramses I, Seti I e Ramses II.

Nel corso dei secoli, il tempio è stato sepolto sotto la sabbia a 12 metri di profondità portata dal fiume a causa delle inondazioni.
Scoperto nel 1860 dall'archeologo francese Auguste Mariette, ci sono voluti 43 anni per rimuovere tutta la sabbia.
Il Tempio di Horus è il tempio meglio conservato ed è costruito in pietra arenaria.
Il tempio di Edfu presenta gli elementi tradizionali di un tempio egizio del Nuovo Regno insieme ad alcuni elementi greci come la Mamisi, che significa"casa della nascita divina".
Il motivo per cui il tempio fu costruito qui è che qui Horus ottenne la vittoria sullo zio Seth e lo mandò nel deserto.

Quello che ci troviamo di fronte è il pilone del tempio, si tratta di due grandi torri e in ognuna di esse si notano due scanalature: si tratta degli alberi delle bandiere, uno per Edfu e uno per il dio Horus.
Quello che c'è tra le due torri, che è una finestra di apparenze. È qui che il re veniva a salutare il popolo quando il popolo veniva qui se c'era una festa. Sotto la finestra delle apparenze si trova un importante rilievo: il disco solare alato di Re. Il culto di Horus il Vendicatore e di Re il grande Perdonatore.
Il pilone raffigura Horus il Vendicatore come un grande guerriero con i prigionieri riportati dalla guerra. Il re li tiene per i capelli in una mano. Ed è pronto a colpirli e a offrirli a Horus e a sua moglie Hathor. Il re indossa la corona bianca dell'Alto Egitto su un lato e la corona rossa del Basso Egitto sull'altra torre. Così, ha confermato di essere il re dell'Alto e del Basso Egitto.

Le tombe private di El-Kabb

Queste tombe dei governatori del Nuovo Regno si trovano proprio di fronte all'antica Necheb (Hierakonpolis), dall'altra parte della strada. Necheb è uno dei luoghi più antichi dell'Egitto, dove è stata ritrovata la tavolozza del re Narmer, il primo re della I dinastia a trasformare i due paesi dell'Alto e del Basso Egitto in un unico paese. Fondò anche la nuova capitale Memphis. Memphis significa White-walls. Qui è possibile visitare quattro tombe.

Governatore Paheri

Fu governatore di Nechen durante il regno di Thutmose III.

Ma era anche il nipote di Ahmose, figlio di Ebana EK05 e scriba, nonché sacerdote della dea Nekhbet. E ha supervisionato la costruzione della tomba di suo nonno.

La tomba è lunga 4 metri e larga 3,5 metri, ma purtroppo è gravemente danneggiata. Sulle pareti c'erano preghiere e inni dedicati ad Amon-Re e ad altre divinità.

C'è un'immagine in cui Pahari è seduto con il figlio del re sulle ginocchia.

Purtroppo, questa tomba è gravemente danneggiata dall'enorme quantità di graffiti scarabocchiati sulle pareti dai visitatori del XVIII e XIX secolo.

Viceré Setau

Fu viceré di Nubia nella seconda metà del regno di Ramses II. E anche il migliore amico di Ramses.

È anche colui che ha costruito il tempio nel Wady-es Seboea e vi ha lasciato un lungo testo biografico. Qui sono state trovate anche 11 sue stele, oggi conservate nel museo del Cairo.

E fece costruire il tempio di Gerf Hussein.

Ahmose figlio di Ebana

Sulla tomba di Ahmose è stata affissa un'intera biografia sulla sua vita e su quando era nell'esercito.

Era presente quando gli Hyksos, un popolo straniero che governava l'Egitto nel secondo dopoguerra, furono espulsi.

Ahmose servì nell'esercito egiziano sotto i re Ahmose l, Amenhotep l e Thutmose l; la sua autobiografia è sopravvissuta ed è intatta sulla parete della sua tomba, a El-Kab.

Ahmose nacque nella città di Nekheb, l'odierna El-Kab. Durante la guerra per cacciare gli Hyksos dall'Egitto sotto il regno di Seqenenre Tao II, suo padre era entrato in marina, Ahmose iniziò a servire come soldato sotto il re Ahmose. Partecipò alla battaglia di Avaris (la capitale degli Hyksos nel Delta del Nilo) dove uccise due Hyksos e fu premiato due volte con l'Oro del Coraggio. Ahmose ottenne dal re schiavi e altri bottini dopo la sconfitta di Avaris. Ahmose partecipò anche all'assedio triennale di Sharuhen, nel sud di Canaan, per il quale fu ricompensato.

Seguì il suo re in Nubia, dove sedarono tre ribellioni. Sotto Amenhotep, combatté contro i Nubiani e ricevette oro e schiavi per la sua bravura. Durante il regno di Thutmose I, Ahmose partecipò a una campagna navale contro le tribù nubiane nella Valle del Nilo e fu nominato ammiraglio; seguì inoltre Thutmose I in una campagna contro Naharin fino al fiume Eufrate.

Ebana era il nome della madre di Ahmose (probabilmente una donna molto importante), mentre il nome del padre era Baba.

Governatore Renni

Renni fu governatore a El-Kab durante il regno di Amenhotep I, all'inizio della XVIII dinastia.

Era sacerdote di Necheb.

Successivamente, raggiungeremo Luxor e vi trasferiremo in hotel.

Mappa del tour

Reviews

There are no reviews yet.

Mostra le recensioni in tutte le lingue (1)

Be the first to review “Kom-Ombo, Edfu, El-Kabb e Esna”

Your email address will not be published.

Rate Your Satisfaction*

A partire da
75.00 80.00
Modulo di prenotazione
Enquiry Form
1
75.00
62.50
Available:
Totale:
1
75.00
62.50
Min - Max (Persone) Prezzo per Adulti Prezzo per Bambini
1 - 1 200.00 100.00
2 - 2 155.00 77.50
3 - 8 125.00 62.50

You May Like