Kom-el-Shouqafa

Kom-el-Shoqafa Sono catacombe che si trovano vicino al Serapeo.

Risalgono al II secolo d.C. e sono tombe rupestri. I dipinti sono greco-romani egiziani, ma lo stile egiziano è predominante.

Le catacombe di Kom El Shoqafa: una delle sette meraviglie del mondo antico.

catacombe di Kom El Shoqafa sono i più grandi cimiteri del periodo greco-romano in Egitto.

Le catacombe sono alcuni dei monumenti più sorprendenti di Alessandria e sono considerate una delle più importanti attrazioni della città.

delle rovine meglio conservate dell’Egitto, con caratteristiche diverse da quelle delle altre catacombe del mondo antico.

Le catacombe rimasero nascoste fino al 1900 e, secondo la tradizione, il sito divenne puramente casuale.

Poi scoprì un asino che tirava un carro attraverso un buco nel terreno e cadde in una delle catacombe.

Il nome Kom el Shoqafa deriva dal greco antico,

che significa “cumulo di cocci”, perché quest’area conteneva un cumulo di cocci di terracotta,

come vasi e molti altri oggetti in argilla, solitamente utilizzati per bere il vino,

che sono stati portati e lasciati da coloro che hanno visitato le tombe.

Ciò che rende speciale questo luogo è il mix di gallerie sotterranee di epoca romana ed ellenistica,

faraonici e delle antiche arti decorative egiziane, elementi comuni a questo periodo ad Alessandria.

Le catacombe sono composte da tre livelli, tutti scavati nella roccia solida, e raggiungono i 30 metri di profondità.

A causa delle inondazioni in questa zona, il terzo livello è ora completamente sommerso e inaccessibile.

All’ingresso delle catacombe, una scala a chiocciola di 99 gradini conduce in un cunicolo attraverso il quale sono passati i corpi di

i defunti sono stati calati per la sepoltura. Un’altra scala conduce a una sala piena di sculture.

La facciata della sala principale è decorata con alcuni elementi greci, tra cui lo scudo della dea Atena,

e si possono vedere molte divinità mitiche, come Dioniso e il leggendario mostro greco Medusa.

La rappresentazione di Medusa qui era quella di proteggere la tomba.

Gli archeologi ritengono che queste catacombe siano state costruite nel I secolo d.C..

e sono stati utilizzati per le sepolture fino al IV secolo d.C..

Si ritiene inoltre che il sito fosse molto probabilmente una tomba privata, costruita per alcune famiglie benestanti,

e solo in seguito è stato trasformato in un cimitero pubblico

C’è un affascinante mix di epoche diverse con devozioni faraoniche e romane ai morti.

Al primo livello si trova un corridoio che conduce a uno degli aspetti più raccapriccianti delle catacombe: la “Sala di Caracalla”.

Questa stanza non era destinata a tomba, ma contiene ossa umane e di cavallo.

Secondo la tradizione, questo sito è una camera di sepoltura di massa contenente le ossa di giovani uomini cristiani che furono sepolti per ordine dell’imperatore Caracalla nel 215 d.C.. sono stati massacrati.

Nelle tombe di Kom-el-Shoqafa sono state sepolte più di 300 mummie.

Egypt 4 All reizen